Fare il backup di un sito web è una delle azioni più utili e allo stesso tempo più trascurate nella gestione di quel sito. Sembra incredibile ma spesso ce ne ricordiamo solo quando serve, e a quel punto è troppo tardi.

Se anche tu dimentichi spesso di fare il backup del tuo sito o non sai come farlo, continua a leggere; spero di darti dei consigli pratici per impostare i backup in modo semplice e veloce.

Perché è importante avere un backup del sito

Partiamo dal presupposto che avere un backup del sito web è indispensabile.
I motivi sono molti ma i principali sono essenzialmente tre:

  • il sito potrebbe essere attaccato e modificato in modo irrimediabile da malintenzionati. Tutti i tuoi dati o una parte significativa potrebbe andare perduta, quindi senza un backup dovresti rifare il sito da capo.
  • qualche aggiornamento della piattaforma (WordPress o Joomla nel nostro caso) o dei plugin aggiuntivi potrebbe compromettere il funzionamento del sito. Capita a volte di fare aggiornamenti che non vanno a buon fine o che non sono compatibili con la versione attuale del sito e dei suoi componenti. In questo caso potrebbe essere importante tornare alla versione precedente (e quindi funzionante) del sito.
  • un redattore potrebbe cancellare inavvertitamente una pagina o addirittura un’intera sezione del sito. Se i dati non sono nel cestino del CMS, l’unico modo per recuperarli è attraverso il ripristino del backup.

Quando fare il backup del sito

Stabilito che è importante avere un copia aggiornata del sito, la domanda più frequente che mi viene rivolta è: con che frequenza devo fare il backup?

La risposta è: dipende dal sito.

Se hai un sito vetrina che aggiorni una volta l’anno allora basta che tu lo faccia prima d’iniziare gli aggiornamenti. Non entrerò qui nella questione che avere un sito per aggiornarlo una volta l’anno non è efficace per acquisire nuovi clienti né per fidelizzare quelli che hai già, quindi passiamo oltre.

A parte questa situazione limite, per capire quando fare il backup, valuta con che frequenza pubblichi nuovi contenuti o aggiorni quelli già pubblicati. Se aggiorni il sito quotidianamente, serve un backup giornaliero del database, mentre per i file del CMS (il manager dei contenuti) un backup settimanale è più che sufficiente.

Naturalmente, quando fai un aggiornamento del CMS o dei plugin aggiuntivi ti consiglio di fare prima un backup dell’intero sito. In questo modo se qualcosa va storto, puoi sempre tornare alla versione precedente.

Come fare il backup di un sito WordPress

Fare il backup di WordPress è molto semplice: basta installare un plugin aggiuntivo sul sito e decidere la frequenza dei backup.

Ci sono molti plugin di questo tipo sia gratuiti che a pagamento. Per i miei clienti di solito utilizzo Updraftplus Premium, un plugin semplice da installare e configurare. Esiste anche la versione free che nella maggior parte dei casi è sufficiente a garantire una copia funzionante del sito.

Per installare Updraftplus:

  • vai nell’area di amministrazione di WordPress e nel menù scegli Plugin > Aggiungi Nuovo
  • cerca Updraftplus e clicca sul pulsante Aggiungi adesso
  • dopo l’installazione clicca su Attiva
  • ora il plugin è pronto per eseguire il backup del sito
  • a questo punto vai sull’elenco dei plugin installati (nel menù: Plugin > Plugin Installati)
  • trova il plugin Updraftplus e clicca su Impostazioni. Qui è possibile programmare i backup e la loro frequenza.

È possibile copiare automaticamente il backup su uno storage remoto: FTP, Google drive, Dropbox, Onedrive, ecc. per avere un backup decentrato. Questo aspetto alza il livello di sicurezza visto che sito e backup si trovano su server diversi.

Infine è possibile escludere in modo puntuale i file che non ci interessa salvare.

Nella tab Backup e ripristino è possibile lanciare interattivamente un backup sia di file (selezionando anche cosa preferiamo salvare tra uploads, plugin, temi o altri file) sia ripristinare un backup premendo semplicemente il tasto Ripristina.

Le funzionalità priemium più interessanti che vorrei segnalare sono:

  • il backup automatico prima di ogni aggiornamento (il sistema seleziona automaticamente le parti da salvare in base all’aggiornamento che stiamo facendo)
  • la possibilità di salvare anche i file del core di WordPress; in questo modo se ci sono delle configurazioni particolari vengono salvate ed eventualmente ripristinate
  • la possibilità di fare un clone del sito su un altro domino o sotto dominio: tramite un sistema di chiavi di riconoscimento il backup viene automaticamente inviato al sito di destinazione per poi essere ripristinato
  • la programmazione del backup a una determinata ora: utile ad esempio per fare un backup notturno quando non ci sono aggiornamenti in corso.

Con il servizio di aggiornamento periodico di WordPress Updraftplus Premium è incluso!

Come fare il backup di un sito Joomla


Come per WordPress, anche su Joomla bisogna installare un componente aggiuntivo per eseguire i backup. Per questo CMS il componente che preferisco è AkeebaBackup Pro. Puoi scaricare AkeebaBackup Pro dal sito del produttore in formato ZIP e installato come qualsiasi altro componente Joomla. Basta infatti andare in Estensioni > Gestione > Installa e caricare il file ZIP.

A questo punto, nel menù Componenti è disponibile anche Akeeba backup.
La prima volta che si accede parte automaticamente un wizard che aiuta nella configurazione automatica del componente.
Al termine di questa operazione è possibile fare il primo backup con le opzioni preimpostate.

Con AkeebaBackup Pro il ripristino di un backup è piuttosto semplice dato che basta cliccare sul pulsante Restore e il componente pensa a tutto. Con il componente gratuito è necessario scaricare un tool di estrazione (lo script kickstart.php) e caricarlo assieme al backup nel proprio hosting. Kickstart riconosce automaticamente il backup, lo scompatta e fa partire il programma d’installazione per chiedere i parametri necessari. Tutti i passaggi sono ben spiegati in un video tutorial che puoi trovare sul sito.

La versione free è sufficiente per le necessità più comuni, anche se alcune caratteristiche del Pro sono particolarmente interessanti. Ad esempio, è possibile spedire il backup su un server remoto (FTP, SFTP, Dropbox, Google drive, ecc.) come abbiamo già visto per WordPress.
Altre differenze tra le due versioni sono illustrate nella tabella di comparazione sul sito del produttore.

Con il servizio di aggiornamento periodico di Joomla, Akeeba backup Pro è incluso!